This is a big fake – Questa è una foto fasulla

This is a big fake – Questa è una foto fasulla
how to use usenet
Image by funadium
* * * WARNING – THIS IS A FAKE ***

Following a discussion on the Usenet group it.arti.fotografia.digitale about the use of fake stars in photos, I made this image.
This is how I make it:
– I took a not particularly interesting photo of a sunrise in Cervo (Imperia, Liguria – Italy) I shot last summer – the photo is made looking East
– from kstars, the free astronomy program available by default in Linux, I took a 2560 × 960 screenshot, looking North, showing just stars with a magniture 3 or less (the lesser the bigger: magnitude is inverse)
– with the Gimp filter "Sample Colorizing" (see this tutorial) I give stars a natural color, because Kstars has its own "symbolic" colors to indicate the stars temperature
– the stars can’t be static, so I duplicate the stars layer and added to it a motion blur filter, 3 pixels long, and some light gaussian blur
– over the panorama I placed the two stars layers in screen mode, resized to have the same width of the photo

The result is terrific, but it’s a fake: the Northern Star became a Eastern Star
BTW, it took me more time to write this text than to make the fake photo.
Now I’m curious to see how many people will post a praising comment without to read this description 🙂

* * * ATTENZIONE – QUESTO È UN TAROCCO * * *

Seguendo una discussione sul gruppo Usenet it.arti.fotografia.digitale a proposito dell’uso di stelle fasulle nelle foto, ho realizzato quest’immagine.
Ecco come ho fatto:
– ho preso una foto non particolarmente interessante scattata all’alba a Cervo (IM) la scorsa estate – la foto è fatta guardando a est.
– da kstars il programma gratis di astronomia disponibile di serie su Linux, ho preso una schermata da 2560 × 960 pixel, guardando a nord, visualizzando solo stelle con magnitudine 3 o inferiore (la magnitudine è inversa: stelle con magnitudine bassa sono più luminose)
– con il fitro Gimp "Colorazione a campione" (vedere questo tutorial) ho dato alle stelle un colore più naturale, perché Kstars ha i suoi colori "simbolici" per indicare la temperatura delle stelle
– le stelle non possono essere statiche, così ho duplicato il livello delle stelle ed aggiunto un po’ di sfocatura movimento, lunga 3 pixel, e un po’ di sfocatura gaussiana
– sopra il panorama ho piazzato i due livelli di stelle, in modo scherma, ridimensionati alle stesse dimensioni della foto

Il risultato è sorprendente, ma è fasullo: la Stella Polare è diventata la Stella Popolare
A proposito, mi è occorso più tempo per scrivere questo testo che per fare la foto tarocca.
Ora sono curioso di vedere quanta gente posterà un commento elogiativo senza leggere questa descrizione 🙂

Comments are closed.